Scurcola Marsicana
Vieni nel territorio del Gran Sasso Velino e scopri il cuore pulsante dell'Abruzzo

Scurcola Marsicana

Descrizione

 Il borgo di Scurcola Marsicana è situato alle pendici del Monte San Nicola, a 700 metri sul livello del mare e comprende la frazione di Cappelle dei Marsi con la sua vasta area commerciale che serve tutta la Marsica. È stato elevato a città con decreto del presidente della Repubblica nel 2011. 

 

Già dall'età del bronzo ci sono tracce di popolazione a Scurcola tanto che sono state trovate in alcune tombe degli oggetti oggi custoditi al museo archeologico d'Abruzzo a Chieti. La vicinanza con Roma e con Alba Fucens furono determinati per il paese che venne infatti inserito poi nella centuriazione della colonia romana. Compresa nel regno di Sicilia nell'XI secolo Scurcola fu dotata del castello - ancora oggi ben visibile e in attesa del restauro - e nel 1268 fu protagonista della battaglia dei Piani Palentini, anche detta di Tagliacozzo, citata da Dante nella Divina Commedia, tra Corradino di Svevia e Carlo d'Angiò.

 

Passò poi sotto il dominio degli angioini e subito dopo sotto quello dei monaci francesi, mentre dal XVI secolo dominarono a Scurcola gli Orsini e poi Colonna. L'abbazia cistercense del 1.200 di Santa Maria della Vittoria, di cui oggi si vedono solo i ruderi, andò in declino mentre in paese vennero realizzate la chiesa della Santissima Trinità (del XVI secolo) e la chiesa di Maria Santissima della Vittoria, ben conservate.

 

L'agricoltura e la pastorizia hanno permesso ai residenti di rialzarsi dopo il terremoto del 1915 che danneggiò gran parte del paese e di andare avanti. Negli anni, poi, Scurcola è diventata un borgo autentico e ha puntato sulla valorizzazione delle tradizioni e delle colture. Ogni anno in paese si svolgono diversi eventi eno - gastronomici e religiosi, come la processione del Venerdì Santo con le quattro confraternite, che richiamano migliaia di persone. Scurcola è attraversata dal cammino dei briganti. 

Scurcola Marsicana

Elevato a citt nel 2011 con decreto del presidente della Repubblica

Il borgo dei Piani Palentini dove ancora oggi vengono tramandate antiche tradizioni e riti religiosi di generazione in generazione.

Dove siamo

Abitanti: 2 706
Area: 30,38 km
Altitudine: 700 m s.l.m.
Sindaco: Nicola De Simone
Codice postale: 67068
Prefisso telefonico: 0863
Indirizzo: Via Cavalieri di Vittorio Veneto n. 5
Telefono: 0863 1874022